“E tu come la vedi?” – Vincitori edizione 2017-2018

La Giuria del concorso fotografico di documentazione didattica E tu come la vedi? – Laura Santoni, presieduta da Isabella Moretti e composta da Paola Lucarelli, Raffaella Pagliei, Valeria Cecchi (IC Gamerra), Luca Randazzo, Laura Cotrozzi, Gessica Fantozzi (MCE – Pisa), Silvia Santoni, Francesca Di Palma, Davide Dell’Aquila (Ass. Gurdulù – nello zaino di Laura), ha attribuito i seguenti posizioni in classifica e conseguenti premi.

Premi

Primo classificato (ex-aequo) e premio Laura Santoni (250 euro)

La Storia, una classe, una camera oscura

classe II C, scuola secondaria R. Motto di Viareggio

perché l’Elaborato restituisce in maniera suggestiva e chiara la potenza dello strumento fotografico, inteso sia come arte che come artigianato manuale, fatto di liquidi, mollette e fili. Il cambio di punto di vista che dalla prima immagine, esterna alla scena, ci porta poi, attraverso lo scatto, e la successiva stampa, al suo interno, è una forte metafora dell’inclusione della disabilità, centro del progetto educativo proposto. Il valore di cittadinanza attiva emerge chiaramente sia nell’analisi degli effetti del tempo sui luoghi della città sia nella cura dell’ambiente urbano che traspare dalle immagini, che, pur evidenziando un’attenzione alla composizione, alla luce e alla profondità di campo, mantengono la loro viva spontaneità”.

Primo classificato (ex-aequo) e premio Laura Santoni (250 euro)

La cooperazione nella nostra classe

classe terza, scuola primaria P.L.Penzo di Malamocco, Lido di Venezia

perché racconta di come la partecipazione attiva dei bambini e delle bambine possa modifica gli spazi e le relazioni tra i suoi componenti. La costruzione della libreria, la cura dell’aula, la fatica e l’entusiasmo che traspaiono, costituiscono gli elementi su cui i ragazzi e l’insegnante costruiscono l’identità della classe vissuta da tutti come una conquista. L’Elaborato restituisce una forte spontaneità e una vivacità nella relazione cooperativa che, come un arcobaleno, unisce le intenzioni di chi avvita e di chi tiene ferma la mensola. L’ultima immagine ben suggella, con la contiguità dei corpi e l’uso creativo dello spazio dell’aula, l’unità della classe raggiunta attraverso un fondamentale obiettivo didattico: l’amore per la lettura”.

Secondo classificato

Uscire per sognare

associazione Articolo 34, Pisa

perché la bellezza stilistica dell’Elaborato, le cui fotografie risultano molto curate nella composizione e nella luce, restituisce l’interezza dell’attività dell’associazione, composta da interventi molto diversi tra loro, legati dal filo comune di un percorso di emancipazione sociale che parta dalla scuola dell’infanzia e termini oltre l’Università. Gli obiettivi dell’inclusione e della cittadinanza attiva emergono chiaramente dalle immagini proposte.”

Terzo classificato

Le danze caraibiche

classe quarta, scuola primaria F. Baracca, IC Gamerra, Pisa

perché emerge dall’Elaborato una grande collaborazione del gruppo dei bambini e delle bambine che, con leggerezza e allegria giocosa, ricorda l’importanza dello stare bene a scuola, come primo e principale presupposto per qualsiasi lavoro educativo. L’uso dei corpi messi in relazione tra loro negli spazi esterni all’aula, e talvolta anche all’aperto, restituisce un modo di fare scuola attivo e consapevole, in cui le luci e le ombre giocano con i bambini a creare relazione e bellezza”.

Menzioni d’onore

La Giuria ha attribuito anche le seguenti Menzioni D’Onore.

Menzione D’Onore alla migliore fotografia

scatto di La scuola e la natura

scuola primaria Don Milani, Pisa

perché con un gioco di luce e di colori molto suggestivo riesce a fissare la relazione di fiducia tra i due bambini che camminano sotto una sottile pioggia, con leggerezza e concentrazione al tempo stesso, verso una meta comune”.

Menzione D’Onore per la corporeità

Mani che leggono

biblioteca Langella, Genova

perché restituisce con incredibile suggestione il potere comunicativo delle mani, in relazione con altre mani, con i corpi e con le immagini dei libri”.

Menzione D’Onore per l’autonomia

Il piano di lavoro

classe prima, scuola primaria Don Milani, Pisa

perché l’Elaborato racconta con suggestione un modo di fare scuola improntato sull’autonomia dei bambini e delle bambine”.

Menzione D’Onore per la creatività

Simmetria radiale e classe radiosa!

Classi 5A e 5B, scuola primaria Pascoli, IC Pacinotti, Pontedera (PI)

perché mette in evidenza come la geometria possa essere generatrice di grande creatività e bellezza”.

Menzione D’Onore per il progetto educativo più interessante

Bambin* Maestr*

classe quarta, scuola primaria Don Milani, Pisa

perché trasmette con efficacia la passione che caratterizza un percorso educativo di partecipazione attiva in cui i ruoli maestra/alunni si invertono”.

Menzione D’Onore alla fotografia più simpatica

scatto di Le avventure di Pinocchio

classe seconda, scuola primaria ???, Pisa

perché con esuberante simpatia ci restituisce la spontaneità e la bellezza dei rapporti tra i bambini”.

Menzione D’Onore per la migliore dedica a Laura

scatto di Gli alberi

classe prima, scuola primaria Oltrera, IC Gandhi, Pontedera (PI)

perché ci riporta, con una citazione cercata e ben riuscita, al ricordo della foto di Laura Santoni utilizzata come invito al presente concorso e ci invita con questo a dedicarle un dolce ricordo”.

Menzione D’Onore alla fotografia più ottimista

scatto di Wildflowers

classi terze A, B e D, scuola primaria Damiano Chiesa, IC Fibonacci, Pisa

perché ci invita alla speranza che la natura possa ritrovare il suo spazio tra il cemento delle nostre scuola e della nostra società urbana”.

Tutte le foto concorrenti